sabato, marzo 08, 2008

Lo stronzo che è in te

Oggi tornando da lavoro ho pensato ad una cosa. Ma se facessi un po' piu' lo stronzo?
Se diventassi piu' stronzo?
Perchè io mi sono un tantino stufato ad essere gentile e disponibile, sereno e scherzoso, soprattutto con tutti. No, credo sia ora di valutare quando e come comportarsi, senno' poi ci si aspetta che la gente ti ripaghi con la stessa moneta, magari con entusiasmo. Non accade (quasi) mai. Di solito il contrario.

Eppure non dico questa cosa con facilita'. Al giorno d'oggi in molti sono cosi' increduli a pensare che sia stato in passato veramente insopportabile, un'autentica merda, e c'è gente che mi dice affettuosamente "io me lo ricordo, ora sei cosi' diverso"
Grazie. E tutto cio' lo si deve sempre a loro, agli stronzi, quelli veri.
Ho avuto la (s)fortuna di incontrarne alcuni. Nella vita, al lavoro (mamma mia, li' poi sai quanti ne trovi), e il loro approccio nei miei confronti mi ha portato a rivedere il mio atteggiamento verso gli altri.
Una volta ero come loro, un vero stronzo. Ho passato un periodo che in crescendo perdevo la pazienza per un niente, cambiavo atteggiamento al minimo accenno di cambiamento di idea degli altri, se non mi si accontentava, se mi davano autentiche buche, al minimo errore degli altri nei miei confronti. E molto altro ancora.
Poi un giorno, anzi, per un periodo mi hanno trattato come io trattavo gli altri. Ho avuto una rivelazione stile Madonna di Lourdes. Mi sono rivisto nei loro attacchi, nelle loro urla, nelle loro incazzature, nel loro serbare rancore per le cazzate: mi ci sono rivisto. Uno specchio.
E qui è scattato l'orrore, è come ricevere un pugno in faccia da una persona che ti dice di volerti bene ma ti massacra, l'effetto è il medesimo, solo che è come se fossi tu stesso a picchiarti e nonostante tutto non puoi fermarti.

Ho dovuto rivedere tutte le priorita'. Mi sono dato una calmata, e le amicizie che stavo per perdere non si sono allontanate, forse mi hanno riscoperto.. non lo sapro' mai o magari non ne ho bisogno.
Negli ultimi mesi il mio accenno ad essere piu' coerente e gentile è andato in crescendo come quando stavo esagerando con la stronzaggine. Pero' mi sa tanto che non porta a nulla di buono essere sempre gentili e buoni.
Ma gentili e buoni per davvero, non per facciata, non per cortesia. Intendo quando credi a qualcosa e ti comporti davvero con gentilezza, quando tieni presente le persone intorno a te e magari credi che anche loro pensino la stessa cosa di te, o almeno te lo aspetti.

Anche comportarsi cosi' non ti permettere di ottenere nulla..
Negli ultimi mesi mi hanno tirato certe coltellate dietro la schiena, stilettate improvvise, colpi bassi e mazzate sui denti.. e ci si rimane male. Forse dovrei diventare stronzo con chi se lo merita? Ma quando puoi capire chi se lo merita se non dopo che ha fatto danni?
Ma.. allora devo tornare ad essere stronzo davvero? Devo trovare una via di mezzo? E come faccio? Come si fa? Esiste un manuale di istruzioni?
Io non conosco le mezze misure! ...che stronzata! (appunto)
Se cambiassi strada adesso butterei all'aria tante cose, la coerenza prima di tutto, ma poi rischierei di avvelenare la mia stessa esistenza rischiando di fare il vuoto intorno a me.. ma essere buono non porta alla stessa cosa alla lunga? Solo che non è cosi' immediato, il cambiamento degli altri nei propri confronti è dato proprio perchè sembra quasi che porti tanta pazienza o ti lasci scivolare tutto addosso. Quanto si sbagliano.

Ora, queste righe sembrano uno sproloquio, ma non lo sono. E' che voglio sfogarmi e una volta tanto parlo di me, non di bei momenti, non di aneddoti dementi, non di ricette che ti portano alla serenita' interiore. Di me e basta.
Forse è solo un momento di debolezza, perchè è piu' facile essere stronzi e fregarsene degli altri che essere piu' umani, comprensivi, disponibili e gentili.
Poi che sono ansioso e spesso causa ansia sembro permaloso è un altro discorso.

Una volta ero peggio, fidatevi!

12 Comments:

Blogger Manuel said...

Sìì te stesso e basta...
Manu.

10/3/08 10:49  
Blogger Manuel said...

Nel bene e nel male.Sei fatto così e non sforzati di essere ciò che non sei.

10/3/08 10:50  
Blogger francesco said...

Ecco, hai detto una cosa giusta.. peccato che debbo a sto punto rassegnarmici

11/3/08 21:33  
Blogger Manuel said...

E' diverso, non è una questione di rassegnazione...ma di accettazione...
Bella pe te...
Con Mattè in sti giorni il mio romano ha preso certi slanci...
Un'abbraccio.

Manu

13/3/08 11:08  
Blogger nelvana said...

senti ma nn c'era una canzine che dice "non cambuare mai???"
e te perche' sei cambiato?
e scusa tanto io alla'allontanamento degli amici come tu li chiami ci credo poco
se non ti accettano per quello che sei allora non sono amici
io sai come sono oramai mi conosci bene
non me ne frega niente di avere 100 amici o mi si prende per come sono o andersen
a proposito ma che fine hai fatto sei emigrato nei paesi arabi???
auguri di buona pasqua a te e famiglia
a proposito il nonno viene giu' e vieni tu su?

14/3/08 21:56  
Blogger nelvana said...

scusa ma nn ce' una canzone che dice non cambiare mai??
e tu perche' lo hai fatto??
ma che stronzata
scusa la retorica ma a me alla storia degli amici che abbandonano perche' uno fa la merda ci credo poco
non mi servono 100 amici me ne serve anche uno solo ma che sa come sono e mi accetti tie'
a proposito come sta il nonno a pasqua viene giu'?e te quando torni su?
e soprattutto che fine hai fatto???
che sei emigrato nei paesi arabi??
vabbe' cia' buona pasqua a te e famiglia ciao ciao

14/3/08 22:00  
Blogger nelvana said...

ops scusa ho fatto il doppione mi pareva non l'avesse presoù
e se non faccio casino nun so contenta

14/3/08 22:00  
Blogger nelvana said...

senti ma nn c'era una canzine che dice "non cambuare mai???"
e te perche' sei cambiato?
e scusa tanto io alla'allontanamento degli amici come tu li chiami ci credo poco
se non ti accettano per quello che sei allora non sono amici
io sai come sono oramai mi conosci bene
non me ne frega niente di avere 100 amici o mi si prende per come sono o andersen
a proposito ma che fine hai fatto sei emigrato nei paesi arabi???
auguri di buona pasqua a te e famiglia
a proposito il nonno viene giu' e vieni tu su?

14/3/08 22:00  
Blogger nelvana said...

senti ma nn c'era una canzine che dice "non cambuare mai???"
e te perche' sei cambiato?
e scusa tanto io alla'allontanamento degli amici come tu li chiami ci credo poco
se non ti accettano per quello che sei allora non sono amici
io sai come sono oramai mi conosci bene
non me ne frega niente di avere 100 amici o mi si prende per come sono o andersen
a proposito ma che fine hai fatto sei emigrato nei paesi arabi???
auguri di buona pasqua a te e famiglia
a proposito il nonno viene giu' e vieni tu su?

14/3/08 22:01  
Anonymous Botti said...

io ho vissuto e sto vivendo la tua stessa situazione purtroppo............anche io prima ero uno stronzo coi fiocchi e poi sono dovuto cambiare per forza ma ora sto scoprendo che non ci ho guadagnato quasi niente visto che ora sono gli altri a parlare alle spalle. anche io sto tenendo in considerazione l idea di tornare quelllo di un tempo, almento non ci si rimande delusi. ciao!

5/5/08 23:29  
Anonymous Anonimo said...

Uagliò, purtroppo anche se sei bravissimo alla fine rimani da solo lo stesso perchè noti la stronzaggine degli altri anche nelle piccole e grandi cose...e per coerenza (ed esperienza) comincierai ad evitare tutti. Un consiglio da uno nella stessa condizione: sii gentile, ma se ti pestano i piedi...fagli cagare sangue a vita!!!

22/1/09 17:30  
Anonymous Anonimo said...

guardiamo la realtà ha ragione è pur comportandoti come vorresti tutto ti va male perchè il tuo benismo viene visto come una debolezza io sarò me stesso esserlo con tutti sarebbe ferirsi giorno per giorno pensa come uno strozo inutile che fate gli ipocriti detto a parole tutti vorremmo essere noi stessi ma seguimo la strada che seguono tutti o per lo meno cerchiamo di contraccambiare quello che subiamo con la stessa moneta

11/5/09 22:27  

Posta un commento

<< Home